Servizio Rifiuti

Informazioni per utenti, comuni e gestori dal Servizio Gestione Rifiuti Urbani

Il Servizio di Gestione integrata dei rifiuti urbani (S.G.R.U.) è costituito dal complesso delle attività volte ad ottimizzare la gestione dei rifiuti, ivi compresa l’attività di spazzamento delle strade e deve essere gestito secondo principi di efficienza, efficacia, economicità, trasparenza, fattibilità tecnica ed economica e nel rispetto delle norme nazionali e comunitarie.

Il Servizio di Gestione integrata dei Rifiuti Urbani è organizzato, come previsto dal D.Lgs 152/2006 “Testo unico dell’Ambiente” sulla base di ambiti territoriali ottimali individuati da ciascuna Regione congiuntamente alla definizione dello specifico ente di governo dell’ambito. Governo dell’ambito che la Regione Emilia  Romagna, con Legge Regionale n. 23/2011 ha affidato ad ATERSIR, la quale disciplina, nel rispetto della normativa nazionale e comunitaria in materia di affidamento di servizi pubblici locali a rilevanza economica, l’erogazione e la gestione del servizio integrato di gestione rifiuti. 

Le funzioni di ATERSIR riguardano in particolare l’organizzazione dei servizi, la scelta della forma di gestione, la determinazione delle tariffe all'utenza per quanto di competenza, l’affidamento della gestione e relativo controllo.

La gestione dei rifiuti avviene nel rispetto della gerarchia sancita dalla Direttiva comunitaria 98/2008/UE volta ad individuare, in ordine di priorità, la migliore opzione ambientale.
Dall’approvazione della legge regionale n. 25 del 1999 e fino al 31 dicembre 2011 il sistema di regolazione e di organizzazione territoriale del servizio idrico integrato e del servizio di gestione integrata dei rifiuti in Emilia-Romagna si è basato principalmente sull'azione affidata a livello provinciale alle nove Agenzie d'Ambito Territoriale Ottimale, speciali forme di cooperazione tra Enti locali. Ogni Agenzia ha operato sulla base di una convenzione stipulata tra tutti i Comuni di ciascuna provincia e l'ente Provincia.

Con la L.R. 23/2011 la Regione Emilia-Romagna ha individuato un unico Ambito territoriale ottimale comprendente l'intero territorio regionale (ed eventualmente in casi particolari anche Comuni esterni limitrofi al confine regionale), riattribuendo le funzioni delle Agenzie provinciali ad un nuovo organismo pubblico dotato di autonomia amministrativa, contabile e tecnica, l'Agenzia Territoriale Emilia-Romagna Servizi Idrici e Rifiuti (ATERSIR).

 

Approvato il Piano regionale dei rifiuti e delle bonifiche delle Regione Emilia-Romagna: gli obiettivi e il ruolo di ATERSIR

Raccolta Differenziata all'80% entro il 2025, Riciclo al 66%, stop alle nuove discariche per i rifiuti urbani indifferenziati, passaggio alla tariffa puntuale (tcp): sono questi gli obiettivi principali del Piano regionale di gestione dei rifiuti e per la bonifica delle aree inquinate 2022-2027.

Italian

Notizie

29/07/2022
I termini per la presentazione delle domande di inserimento nella graduatoria permanente delle richieste di contributo per realizzazione di centri...
25/07/2022
Nuovo bando per l’assegnazione delle risorse dedicate ai progetti comunali di riduzione della produzione dei rifiuti (Linea finanziamento LFB3 del...
22/07/2022
Ripercorriamo tutti gli Affidamenti realizzati da ATERSIR da quando è operativa: territori interessati, gestore, valore e ribasso, durata e documenti...
22/07/2022
Raccolta Differenziata all'80% entro il 2025, Riciclo al 66%, stop alle nuove discariche per i rifiuti urbani indifferenziati, passaggio alla tariffa...

Atti e Documenti

11/11/2021
Procedura aperta per l’affidamento in concessione del Servizio di gestione dei rifiuti urbani ed assimilati nel bacino territoriale “Pianura e Mont
26/11/2019
Servizio Gestione Rifiuti: Riconoscimento all’interno del costo del servizio di gestione dei rifiuti urbani e assimilati dei costi a consuntivo deg
26/11/2019
Servizio Gestione Rifiuti Urbani.