Territorio provinciale di Bologna

Il territorio corrisponde alla città metropolitana di Bologna

I GESTORI DEL SERVIZIO GESTIONE RIFIUTI URBANI

Il Servizio Rifiuti per i comuni di Alto Reno Terme, Baricella, Bentivoglio, Bologna, Borgo Tossignano, Budrio, Camugnano, Casalecchio di Reno, Casalfiumanese, Castel d'Aiano, Castel del Rio, Castel di Casio, Castel Guelfo di Bologna, Castel San Pietro Terme, Castello d'Argile, Castenaso, Castiglione dei Pepoli, Dozza, Firenzuola, Fontanelice, Gaggio Montano, Galliera, Granarolo dell'Emilia, Grizzana Morandi, Imola, Lizzano in Belvedere, Loiano, Malalbergo, Marradi, Marzabotto, Medicina, Minerbio, Molinella, Monghidoro, Monte San Pietro, Monterenzio, Monzuno, Mordano, Ozzano dell'Emilia, Palazzuolo sul Senio, Pianoro, Pieve di Cento, San Benedetto Val di Sambro, San Giorgio di Piano, San Lazzaro di Savena, San Pietro in Casale, Sasso Marconi, Valsamoggia, Vergato e Zola Predosa è gestito dal RTI costituito da   HERA SpA (Mandataria), Giacomo Brodolini Soc.Coop. e Consorzio Stabile ECOBI Società Consortile.

Per i comuni di Anzola dell'Emilia, Argelato, Calderara di Reno, Castel Maggiore, Crevalcore, Sala Bolognese, San Giovanni in Persiceto, Sant'Agata Bolognese il Servizio Rifiuti è gestito da Geovest Srl.

AFFIDAMENTI

Con Deliberazione del Consiglio d'ambito n. 14 del 7 aprile 2016 è stato effettuato l'affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani alla società mista Geovest s.r.l. nel bacino comprendente il territorio dei comuni di Anzola dell’Emilia (BO), Argelato (BO), Calderara di Reno (BO), Castel Maggiore (BO), Crevalcore (BO), Sala Bolognese (BO), S.Giovanni in Persiceto (BO), S.Agata Bolognese (BO), Finale Emilia (MO), Nonantola (MO), Ravarino (MO).​

In data 29 Dicembre 2021 è stato sottoscritto il contratto di affidamento in concessione del Servizio Gestione Rifiuti Urbani (SGRU) nel bacino territoriale di Bologna (esclusi i comuni di  Anzola dell’Emilia, Argelato, Calderara di Reno, Castel Maggiore, Crevalcore, Sala Bolognese, S.Giovanni in Persiceto e S.Agata Bolognese) con il RTI costituito da Hera S.p.A. (mandataria), Giacomo Brodolini Soc.Coop. e Consorzio Stabile ECOBI Società Consortile. Gli atti di affidamento che, a decorrere dal 1 gennaio 2022, avrà durata quindicinale (fino al 31 dicembre 2036) sono consultabili alla pagina "GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI NEL BACINO TERRITORIALE DI BOLOGNA 2022 - 2036"

 

I PIANI ECONOMICO-FINANZIARI

Ogni anno il Consiglio d’Ambito di ATERSIR, come suo preciso mandato istituzionale, approva la pianificazione finanziaria del servizio rifiuti per ciascun Comune della provincia di Parma. I Piani economico-finanziari (PEF) approvati costituiscono la base sulla quale ciascun Comune elaborerà la TARI dei propri cittadini. 

>> Con Deliberazione del Consiglio d’Ambito n. 35 del 14 giugno 2021 è stato approvato il Piano Economico Finanziario 2021 per il territorio di Bologna gestito da Geovest.

>> Con Deliberazione del Consiglio d’Ambito n. 34 del 14 giugno 2021​ è stato approvato il Piano Economico Finanziario 2021 per il territorio di Bologna e di Firenze gestito da Hera SpA.

DATI E DOCUMENTI

Dati di sintesi del territorio servito:

PROVINCIA Bologna
NUMERO COMUNI 58
ABITANTI  1.027.214
Raccolta differenziata (kg)  383.447.237
Raccolta indifferenziata (kg) 193.515.941
Raccolta totale (kg)   576.963.178
% Raccolta differenziata 66,5 %
Totale PEF 2020 (€)

201.887.716

Tabella: fonte dati Arpae 2020 e, per il dato PEF, fonte ATERSIR 

 

In materia di regolamento del servizio rifiuti, il territorio provinciale di Bologna è disciplinato dai singoli Regolamenti Comunali di Gestione dei rifiuti che sono adottati da singoli Comuni del territorio.

>> IUC (IMU_TARI-TASI): Regolamenti e delibere aliquote/tariffe comune per comune (Ministero dell'Economia e delle finanze)

 

>> Cerca tra le delibere del Consiglio Locale di Bologna - Servizio Gestione Rifiuti Urbani

Nessun risultato.